Liquore d’ambra

Liquore d’ambra, sidro di sole rosso spremuto sul mio petto, mille volte torno alla vita, mille volte compio la rivoluzione, danzo attorno al mio asse, poesia che serpeggia con un patto fra scintille. Sorseggio la vita, tracanno l’euforia d’uno spazio libero, sono sola in questa notte stellata. Immenso spazio della quiete pronunci il mio nome,Continua a leggere “Liquore d’ambra”

Il fantasma

Hai lasciato la mia spiaggia, sei salpato senza attraversarla. Uno stridore di gabbiani ha lacerato l’aria, questo giorno senza collo, ghigliottinato solo dalla nostra partenza. Un rumore di conchiglie smembrate, pescatori senza reti appollaiati come fenici stanche sull’arenile raffermo. Nessuna gloria, nessun ardore. Quel che amai di te era un patimento d’anima che chiedeva d’esserContinua a leggere “Il fantasma”

La chevelure – Charles Baudelaire

Je t’adore à l’égale de la voûte nocturne, o vase de tristesse, ô grande taciturne, Et t’aime d’autant plus, belle, que te me fuis, Et que tu me parais, ornement de mes nuits, Plus ironiquement accumuler les lieues Qui séparent mes bras des immensités bleues. Je m’avance à l’attaque, et je grimpe aux assauts, Comme aprésContinua a leggere “La chevelure – Charles Baudelaire”

Amor VIII

Amor VIII Atrocemente il pensiero di te mi morde il cuore. Con inimitabile lentezza stacca brandelli di spirito dalle ali del corpo. Sono donna santificata alla trasparenza. E mi consumi con la tua assenza, un’assenza che flagella la tenerezza in un vuoto celeste di cellule disintegrate. Atrocemente baci il mio labbro come una filigrana diContinua a leggere “Amor VIII”